Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Ambiente, tre anni di cantieri per la sicurezza
0

Ambiente, tre anni di cantieri per la sicurezza

Sud pontino

Approvato il programma triennale delle opere pubbliche: lavori per oltre 20 milioni di euro

Messa in sicurezza di fossati, realizzazione di impianti di irrigazione, manutenzione di barriere paramassi. C’è questo e molto altro nel piano triennale delle opere pubbliche appena approvato dal Consorzio di Bonifica del sud pontino. Da Monte San Biagio a Lenola, passando per Fondi e Sperlonga sono ben 17 gli interventi previsti nel piano dell’ente consortile presieduto da Lino Conti. L’importo complessivo, spalmato sui tre anni tra il 2017 e il 2019, è di quasi 23 milioni di euro. La maggior parte degli investimenti riguarda la messa in sicurezza di zone a rischio attraverso la realizzazione, la manutenzione e la messa in funzione di impianti. A seconda della complessità delle opere, l’importo previsto oscilla da un minimo di alcune decine di migliaia di euro fino a impegni finanziari che superano i 3 milioni. Tra gli interventi più onerosi, quelli relativi alla sistemazione della pendice e protezione dalla caduta massi in località monte San Magno-Fontana della camera, a Sperlonga, per circa 3 milioni 200 mila euro nei tre anni del piano. Quasi 3 milioni e mezzo di euro, invece, per un intervento di forestazione a protezione dell’abitato del Comune di Lenola in corrispondenza della strada statale 637. Sorvegliati speciali, monti e colline, con interventi specifici per limitare il rischio idrogeologico. A Fondi si spenderà un milione 750 mila euro per la rimozione del rischio idrogeologico lungo le pendici di Cima del Monte. Oltre un milione e mezzo, invece, per eseguire perizie di manutenzione delle barriere paramassi in località Barilone a Fondi (piano di manutenzione di cinque anni); a Lenola e nel territorio comunale di Monte San Biagio. 

Particolare attenzione anche ai corsi d’acqua e agli impianti irrigui. A Fondi, nelle zone di Vetere e Settecannelle si procederà alla messa in sicurezza di strade attraverso la sostituzione di condotte; si interverrà anche lungo il canale Pedemontano così come nel canale Trani a Sperlonga e nel canale San Magno, di nuovo a Fondi. Per concludere i cantieri in materia di irrigazione, una doppia azione a Monte San Biagio: 760 mila euro circa sono previsti per il fosso San Vito, 850 mila euro invece per il ripristino della funzionalità idraulica del fosso Caringi. Un milione tondo tondo, invece, per lavori specifici per prevenire episodi di frane in località Chiavino-Brecciole, a Lenola. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400