Erano accusati di lottizzazione abusiva ma il giudice del tribunale di Latina, il dottor Velardi, ha stabilito l’assoluzione per tutte e tre le persone finite a processo perché il fatto non sussiste. Si è conclusa così una vicenda giudiziaria partita cinque anni fa quando, a seguito di un’indagine, la Procura della Repubblica di Latina contestò a tre soggetti, poi citati in tribunale, il reato di lottizzazione abusiva. L’indagine riguardava lavori edili in località “Mandria d’Itri”. Il terreno - contestava l’accusa - secondo il Piano regolatore era a destinazione agricola. Ma gli interventi avrebbero di fatto trasformato l’area, in contrasto con la destinazione impressa alla zona. Teorie contestate dalla difesa, rappresentata dai legali Giulio e Giuseppe Mastrobattista, fino all’assoluzione decretata in tribunale.