Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Il palazzo comunale di Fondi
0

Opere pubbliche per 60 milioni in tre anni, ecco il piano

Fondi

La giunta approva l'elenco degli interventi, ma si rischia il bluff

Un piano da 60 milioni di euro per 60 interventi in tre anni. Piazze, strade, parcheggi, ristrutturazione di edifici. Ma anche restyling di interi quartieri e progetti più o meno ambiziosi. La giunta del sindaco Salvatore De Meo ha approvato il piano delle opere pubbliche per il triennio 2017-2019: nel documento c’è di tutto e di più. Non è facile distinguere cosa si possa concretamente realizzare da cosa, invece, rischia di essere un semplice spot amministrativo che finirà inevitabilmente per trasformarsi in un grande bluff. Anche perché, a fronte di una proiezione finanziaria da 60 milioni di euro, i fondi stanziati in bilancio non raggiungono neppure i 2 milioni. Il grosso della cifra - 44 milioni circa - viene classificato come entrate a destinazione vincolata. Infine 13 milioni arriverebbero da capitali privati.

A scorrere l’elenco degli interventi previsti, ci si perde tra strade e quartieri. Si comincia da un intervento di restyling del centro storico per un milione di euro e si prosegue con una sfilza di lavori destinati a realizzare parcheggi, strade e marciapiedi. A pioggia, nei tre anni che verranno, l’ente pensa di realizzare un’area di sosta nel quartiere delle Spinete, una in via Mola di Santa Maria, altri parcheggi e percorsi pedonali alle Querce. Mezzo milione di euro è previsto anche per realizzare una pista ciclabile in via Ponte Tavolato e Ponte Perito. E se, tra mari e monti, si fa cenno a progettazioni da centinaia di migliaia di euro per un belvedere al Cocuruzzo e accessi al mare a Capratica, il grosso delle cifre sono ipotizzate per il cimitero. Stando ai numeri - 13 milioni di euro, peraltro da capitali privati - l’ente pensa di rifare il cimitero con sostanziali apporti esterni. Tra le opere (a dire il vero il piano era già stato inserito in passato) figura anche la realizzazione di un parco della natura con annesso cimitero per animali. Per l’assessore ai Lavori pubblici Onorato Di Manno, insomma, si prospettano anni di fatica ma anche il compito - non semplice - di tenere testa agli impegni presi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400