In un colpo solo il Comando della polizia locale di Fondi si ritroverà con dodici agenti in più. Entreranno in servizio a partire dal 15 dicembre prossimo dopo anni di attesa, essendo inseriti in una graduatoria che risale al 2011. Il Comune ha disposto l’infornata di vigili urbani dando seguito a un indirizzo politico e amministrativo chiaro: incrementare la presenza di forze dell’ordine sul territorio e aumentare la percezione di sicurezza nei cittadini. Il provvedimento è arrivato nei giorni scorsi e porta la firma del dirigente del settore Affari generali e risorse umane del Comune, la dottoressa Tommasina Biondino. 

Il dato è in controtendenza con quanto avviene un po’ ovunque. Basta considerare la situazione dei paesi vicini per rendersi conto che quello dell’organico della polizia locale è un nervo scoperto in tutti i Comuni. A fronte di una normativa che imporrebbe la presenza di un agente di polizia municipale ogni 400 abitanti, gli enti locali sono costretti a fare i conti quotidianamente con carenze di personale, difficoltà ad assumere e necessità di fare i salti mortali per mettere in strada più agenti di quanti risultano collocati in organico in pianta stabile. Di solito la soluzione preferita è quella delle assunzioni a tempo determinato, perlopiù agenti stagionali da impiegare nel periodo estivo. Provvedimenti, questi, che tamponano l’emergenza rappresentata dall’emorragia di personale ma che non servono a risolvere in modo definitivo il problema.

A Fondi, caso davvero unico, è tutto pronto per una vera e propria infornata di vigili urbani. Ne arriveranno ben dodici, tutti insieme, a rinforzare un organico che conta appena una ventina di agenti. Così come approvato dagli uffici, arriveranno a tempo indeterminato ma part-time, con contratti a diciotto ore settimanali. Hanno tra i 31 e i 44 anni e risultano inseriti in una graduatoria che risale all’ultimo concorso della polizia locale e che è stata approvata nel 2011. L’intervento trova la copertura finanziaria nel piano triennale delle assunzioni, a cui l’amministrazione del sindaco Salvatore De Meo ha voluto imprimere un indirizzo preciso. Viste le molteplici competenze della polizia locale, dalla viabilità ai controlli ambientali, passando per edilizia e commercio, si è deciso di rinunciare all’assunzione di tecnici e burocrati per dare priorità agli agenti.