Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Varianti speciali per i nuclei abusivi
0

Varianti speciali per i nuclei abusivi

Fondi

Via libera in Consiglio alle operazioni di recupero delle aree con insediamenti spontanei

Ci sono voluti 36 anni per mettere mano alla perimetrazione dei nuclei abusivi sul territorio comunale. Storia vecchia che finalmente arriva a una sua definizione sulla base di una specifica legge regionale che risale al lontano 1980. L’ente, dopo il passaggio favorevole in Consiglio mercoledì sera, si prepara a tracciare una mappa del territorio per procedere alla revisione di una nuova e aggiornata pianificazione urbanistica. Quello votato in Consiglio, come spiegato dall’assessore all’Urbanistica Claudio Spagnardi, è soltanto il primo step di un iter più articolato. Acquisite le informazioni sulle aree in cui nei decenni edilizia e fabbricati sono sorti in modo spontaneo, si procederà a varianti “speciali” per dotare le aree di servizi e infrastrutture di urbanizzazione primaria. In primis fognature, allacci alla rete idrica, impianti di illuminazione. L’urbanistica disordinata ha infatti consentito ai nuclei abusivi di sorgere e svilupparsi, poi di essere sanata ma con la pecca che in molti casi le aree insediate risultano prive di servizi essenziali.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (2 dicembre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400