Un Consiglio comunale per discutere delle conseguenze politico-amministrative dell’inchiesta “Tiberio”. La maggioranza alla guida del paese di Sperlonga ha accolto la richiesta del gruppo consiliare di minoranza, fissando l’assise civica (in prima convocazione) per il 23 febbraio alle 11 del mattino. Qualora dovesse slittare alla seconda convocazione, invece, il Consiglio si riunirà il 27 febbraio alle 15. L’oggetto, come accennato, è chiaro. L’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Latina ha portato all’arresto del sindaco Armando Cusani e dei funzionari Isidoro Masi e Massimo Pacini. Un episodio che ovviamente, soprattutto nell’immediato, ha avuto ripercussioni sulla vita politica e amministrativa di Sperlonga.

«In queste settimane - hanno commentato dalla minoranza dopo la nota di risposta del presidente dell’assise civica Aldo Farina - il nostro paese sta attraversando una fase molto delicata sotto il profilo politico e amministrativo e sono diversi i problemi e le questioni che attendono di trovare soluzione. Per questo motivo abbiamo più volte invitato la maggioranza a riferire ai cittadini su quanto accaduto e sulle azioni che intenda intraprendere in merito. A tal fine, due settimane fa abbiamo presentato richiesta per la convocazione di un consiglio comunale straordinario e abbiamo appreso solo oggi che il Consiglio è stato convocato per giovedì 23 febbraio alle ore 11».