Una schiuma giallastra è comparsa alcuni giorni fa sulla quercia storica della piazzetta nel centro storico di Sperlonga, adiacente un’antica e nota caffetteria. Alcuni cittadini insospettiti dal materiale insolito hanno allertato la Polizia Municipale. Gli agenti, intervenuti immediatamente, hanno fatto analizzare un campione del materiale. Il risultato è stato inequivocabile: la sostanza conteneva un potente acido che avrebbe danneggiato definitivamente la quercia.

Tutta l’amministrazione comunale ha condannato severamente il gesto, i cui autori sono ancora ignoti.
“Oltre ad essere una pianta da preservare, la quercia di piazza della Libertà è un simbolo storico del nostro borgo - commenta l’assessore al decoro urbano Giorgio Vaccaro -. È parte integrante della scenografia della piazzetta da quasi un secolo, anche se quella originale è stata sostituita alcuni anni fa, proprio per salvaguardare ciò che ha rappresentato per i nostri concittadini e per i turisti nei decenni del novecento. È stata simbolo di convivialità nel dopoguerra, è punto di riferimento e luogo d’incontro oggi per le nuove generazioni locali e per il flusso turistico. 
Condanniamo dunque fortemente l’episodio increscioso - conclude Vaccaro - e ci auguriamo che le autorità possano presto risalire agli autori del gesto. L’amministrazione comunale adotterà ogni mezzo opportuno per mettere in risalto, salvaguardare la quercia storica di Sperlonga e tutelare il nostro meraviglioso patrimonio naturale”.