Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Olive dop di Gaeta con la "firma" di Itri, raggiunto il compromesso
0

Olive dop di Gaeta con la "firma" di Itri, raggiunto il compromesso

Dopo le polemiche, accordo sulla denominazione del prodotto tipico

Si chiamerà Oliva di Gaeta prodotta con cultivar itrana (detta anche gaetana). Con questa denominazione, arrivata a seguito di un incontro al Ministero per le politiche agricole, si è raggiunto il compromesso che accontenta tutti. Le frizioni tra Itri e Gaeta, così, sono acqua passata. Si discuteva del riconoscimento dop dell’oliva di Gaeta cultivar itrana. Tra consorzio promotore, produttori e associazioni, si è cercato di esaltare sì la particolarità dell’oliva di Gaeta, ma anche la coltivazione itrana del prodotto. Finalmente, alla presenza del direttore generale del Ministero per le problematiche agricole, con la partecipazione di referenti di tante realtà gravitanti attorno al problema, si è scelta la via del compromesso. E così, con la dicitura d.o.p. che recita espressamente “Oliva di Gaeta prodotta con cultivar itrana (detta anche gaetana)”, sono stati messi d’accordo tutti. Ecco perché, da Maurizio Simeone, presidente del Consorzio a Domenico Franchi, presidente da circa venti anni della cooperativa UNAGRI (Unione Agricoltori Itrani), la struttura principe, a Itri, della rappresentanza dei produttori di olive nel comune che vanta la primogenitura in provincia per questo settore agricolo, accantonate le polemiche, sono stati sottolineati i punti qualificanti dell’accordo raggiunto e che ora verrà sottoposto al vaglio e alla ratifica di Bruxelles.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400