La questione dei pesticidi e fitofarmaci usati in agricoltura continua a destare preoccupazione. Il deputato del gruppo misto Cristian Iannuzzi alla luce di quanto emerso nel corso del convegno che si è tenuto il 20 maggio a Terracina ha presentato un'interrogazione a risposta in commissione ai ministri dell'Ambiente, della Salute e delle Politiche forestali. La prima criticità che viene affrontata è quella dei campionamenti, spesso insufficienti ad avere un quadro chiaro della situazione. Dal dossier dell'Ispra relativo alle analisi effettuate nel 2016 è emerso il superamento dei valori limite per alcune componenti chimiche nei punti di prelievo di Pontinia e Sabaudia. Pertanto il deputato ha chiesto ai ministri destinatari come intendano muoversi innanzitutto per affrontare la problematica dell'uso dei pesticidi, valutando la possibilità di prevedere norme più stringenti anche in relazione ai possibili effetti dannosi per la salute umana. Valutando anche l'opportunità di promuovere l'agricoltura biologica in modo più deciso e di attivare delle campagne di sensibilizzazione verso i consumatori e dunque la popolazione.