Un appalto che durerà sette anni e che sarà "onorato", fatto salvo l'eventuale ribasso in sede di gara, con 54.696.757,73 euro, iva esclusa. Stiamo parlando del servizio di igiene urbana del Comune di Nettuno: l'ente, infatti, dopo lo studio effettuato dalla società "Erica", ha predisposto il bando di gara e il relativo disciplinare, dal quale possono essere estrapolati tutti i dettagli dell'appalto. Molti sono gli aspetti di interesse: innanzitutto, l'appalto prevede raccolta e trasporto del rifiuto "secco residuo", dei rifiuti biodegradabili di cucine e mense, di carta e cartone, degli imballaggi in plastica e metallici e del vetro. Nell'appalto, poi, è stata inserita la raccolta su chiamata e il trasporto dei rifiuti biodegradabili vegetali e dei rifiuti ingombranti; previsti anche raccolta e trasporto di pile, farmaci, rifiuti mercatali, rifiuti prodotti in occasione di fiere, feste, sagre e manifestazioni nonché dei rifiuti cimiteriali e degli abiti usati. Altri aspetti rilevanti del disciplinare d'appalto riguardano il lavaggio di cassonetti, la realizzazione e gestione del centro comunale di raccolta, lo spazzamento manuale e meccanizzato, il lavaggio delle strade e l'innaffiamento delle aiuole. Chi si aggiudicherà la gara, poi, dovrà rimuovere rifiuti abbandonati e discariche abusive, ma anche raccogliere e trasportare i rifiuti delle spiagge libere. Infine, si dovrà occupare anche di disinfestazione e derattizzazione, della pulizia della sede stradale a margine di eventuali incidenti, della redazione della carta dei servizi, del servizio informativo telefonico, della stampa e della consegna di materiale per le campagne di comunicazione e di informazione e, chiaramente, dell'avvio al trattamento dei rifiuti raccolti.