Per la città di Terracina sarà un'opportunità di sviluppo da non perdere. Il manifesto per il Contratto di fiume è il primo passo per un intervento di riqualificazione del corso d'acqua Cavata-Linea Pio. Venerdì a Latina c'era anche il sindaco Nicola Procaccini insieme ai colleghi di Pontinia, Sezze, Latina e Sermoneta. La riunione è servita a sottoscrivere il manifesto di intenti propedeutico al progetto vero e proprio. Per Terracina - ha spiegato il sindaco Procaccini - si tratta di un obiettivo fondamentale dal punto di vista ambientale perché essendo la città alla foce del fiume, sarà il centro che più andrà a beneficiare di un corso d'acqua pulito e sano».
Il programma prevede un intervento di bonifica complessiva del corso d'acqua Cavata-Linea Pio. Per questo viene anche costituita una segreteria tecnico-scientifica. Tra le altre ricadute positive previste, ci sarà l'impegno di ciascun Comune coinvolto a prestare un'attenzione maggiore alle possibili fonti d'inquinamento. «E questo non potrà non portarci giovamento» ha aggiunto Procaccini. Il sindaco anticipa anche alcune soluzioni da adottare una volta che il corso d'acqua potrà essere davvero fruibile. «Poter trasportare i cittadini su imbarcazioni a trazione elettrica avrebbe un'enorme valore in termini economici con ricadute straordinarie dal punto di vista ambientale e di attrattività turistica per il territorio». Senza contare che un progetto in "rete" tra diversi Comuni come quello su cui si sta lavorando, consentirà anche di intercettare cospicui finanziamenti europei su cui non si può non contare.