È stato erogato nei giorni scorsi, dalla Regione Lazio, il 20% del contributo concesso dal Cipe (il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ndr) al Comune di Nettuno per la riqualificazione del fossato del Forte Sangallo.
Nello specifico, le casse comunali hanno visto entrare 188.235 euro, che serviranno per avviare i lavori una volta espletate tutte le procedure di legge.
Chiaramente, la restante parte del finanziamento sarà erogata con l'avanzamento e la chiusura del cantiere.
Ricordiamo che il progetto ipotizzato dal Comune - presentato nella conferenza stampa organizzata per i primi cento giorni di governo a Cinque Stelle - prevede la pulizia dell'intero fossato dalle erbe infestanti attualmente presenti, la sistemazione dei vialetti e la loro illuminazione e, dulcis in fundo, la realizzazione di una scalinata di collegamento tra il fossato-giardino e il piccolo cancello che si trova su via Gramsci, accanto all'edificio dove una volta era ospitato un calzolaio.