Nel corso della notte, gli attivisti di CasaPound Italia di Anzio hanno dato luogo a una singolare protesta, attraverso la quale è stata preparata l'accoglienza - ieri mattina - per l'assessore all'Ambiente e il suo staff. Nello specifico, sono state posizionate lungo il perimetro di Villa Adele circa dieci "finte" buste di immondizia con il logo della Bandiera blu, unitamente a uno striscione con scritto "Basta degrado". «Abbiamo deciso di concretizzare le proteste inascoltate di cittadini e turisti della nostra città - spiegano dal movimento politico - inerenti lo stato di abbandono di quella che, specie in questa stagione, dovrebbe essere una città turistica vestita con il suo abito migliore». Il riferimento, piuttosto che al centro urbano, sarebbe alle periferie: «Chiediamo di installare la videosorveglianza per colpire chi abbandona rifiuti di ogni genere».