L'assessore alle Attività Produttive e alla Portualità Gianni Percoco accoglie con stupore la notizia della costituzione del comitato "No Parcheggio Arena Molo", promosso e patrocinato dal Movimento 5 Stelle. "Lascia perplessi – esordisce l'assessore - una presa di posizione di questo genere in merito ad una scelta che, oggettivamente, appare sensata e quanto mai opportuna. Stiamo parlando di realizzare finalmente un servizio utilissimo per i viaggiatori per le Isole Pontine atteso da tanti anni, di ampliare di ben 300 posti la disponibilità di parcheggi in una zona nevralgica del Borgo Pio decongestionando tutto il Centro Storico Basso e di consentire l'intermodalità dei trasporti e la mobilità sostenibile favorendo l'utilizzo della navetta gratuita A1 Mare nel periodo estivo. L'ex pista di pattinaggio è oggi un'area quasi inutilizzabile perchè fatiscente, priva dei requisiti di sicurezza e di fruibilità per il cui ripristino sarebbe necessario un massiccio intervento strutturale dai costi molto elevati. Ormai – prosegue Percoco – è assolutamente inadeguata ad ospitare eventi anche a causa di una palese carenza proprio di parcheggio. Oggi è ricettacolo di scorribande notturne e luogo di ritrovo di tossicodipendenti: non esattamente uno spazio di socializzazione, più verosimilmente un monumento al degrado". L'assessore evidenzia quindi come "il parcheggio a pagamento che intendiamo realizzare è praticamente a costo zero per il Comune, risolve un problema sentito da tutti i cittadini soprattutto in estate e nei weekend e costituisce il primo importante tassello di un'amplissima azione di riqualificazione dell'intera area che prevede l'estensione del percorso della pista ciclabile con vista mare lungo la scogliera fin quasi all'imbarco, un'area pedonale e l'acquisizione degli immobili del Genio Civile per la realizzazione della stazione mare con tutti i servizi annessi. Di più: gli introiti del parcheggio rappresentano un'importante forma di finanziamento per questo progetto, ragione ulteriore per considerarlo un'opera virtuosa sotto ogni punto di vista. In considerazione di quanto appena detto e dell'innegabile attenzione che l'Amministrazione Procaccini ha dimostrato in questi anni verso l'ambiente, anche eventuali istanze ecologiste su quest'opera non avrebbero alcun fondamento". Percoco conclude il suo intervento sottolineando che "Come già accaduto, ad esempio, con piazzale Aldo Moro o Piazza Santa Domitilla, cercare di apportare un'oggettiva miglioria si scontra con chi preferirebbe mantenere lo status quo. Non mi sorprenderebbe per niente identificare tra i promotori coloro che si lamentano sui social per la mancanza di parcheggi. Duole, infine, verificare che questa vicenda nasce dall'invito rivolto a celebrare altrove la festa del movimento politico. Con tutte le forze presenti in Consiglio Comunale, elette dai cittadini, abbiamo infatti convenuto che è opportuno ospitare le feste estive di partito in aree più adatte".