In un momento storico in cui l'agricoltura è in seria difficoltà a causa della siccità che ha caratterizzato l'estate fin dal suo principio, il Consorzio di Bonifica dell'Agro Pontino ha deciso di puntare forte sugli investimenti per i canali e gli impianti irrigui.
In particolare, nelle scorse settimane, è stato aggiornato il piano triennale dei lavori e delle opere pubbliche che il Consorzio intende realizzare - anche grazie al sostegno di enti esterni - fra il 2017 e il 2019.
Tra le varie voci, spiccano diversi investimenti che riguarderanno il territorio di Sezze, destinatario dell'ipotetico investimento più ampio di tutto il piano.
Infatti, il Consorzio ha consegnato un progetto definitivo da 25.756.799,29 euro che servirà ad adeguare e a ristrutturare l'impianto irriguo di Campo Setino. Si tratta di un'ipotesi che prevede - per l'impianto che serve 700 ettari di terreno nella zona del fiume Cavatella - l'impiego di tecnologie utili a consentire il massimo risparmio idrico ma anche ad andare incontro alle esigenze degli agricoltori, che sono bisognosi di acqua per irrigare i campi coltivati.
Questo, però, non sarà l'unico investimento per il territorio setino. Qui, infatti, arriverà parte dei venti milioni di euro destinati all'ammodernamento delle opere irrigue finanziato dal Programma nazionale di Sviluppo Rurale, ma si investirà anche sul torrente Brivolco: con un progetto da oltre quattro milioni e mezzo di euro, infatti, il Consorzio di Bonifica intende effettuare dei lavori di sistemazione idraulica del corso d'acqua, dall'origine allo sbocco nell'Ufente. Un intervento, dunque, che si inquadra sia nel campo della manutenzione straordinaria che in quello della sicurezza del territorio.
Anche Sonnino, poi, dovrebbe vedere un investimento di non poco conto: si parla di oltre due milioni di euro per la sistemazione idraulica dei fossi allo Scalo e a Capocroce. Anche in questo caso, si vuole intervenire per scongiurare rischi di natura idrogeologica per il territorio.