E' di nuovo polemica a Formia sull'isola pedonale istituita nel centro cittadino. Un blocco delle auto lungo via Vitruvio che comporta problemi di intasamento della Litoranea, in una città dove c'è carenza di viabilità alternativa. A criticare la scelta dell'amministrazione comunale è il capogruppo di Generazione Formia, Antonio Di Rocco, che ieri ha commentato: «Una domenica di agosto da dimenticare. Quella trascorsa è stata la peggiore domenica di agosto degli ultimi 15 anni, senza acqua, senza corrente e con un'isola pedonale da piazza Mattei al mercato vuota e spettrale degna del miglior film horror. Sono davvero tanti i cittadini che ieri si chiedevano il senso di questa isola pedonale, con un bando per la sua animazione aggiudicato in pieno agosto senza alcuna possibilità di promozione della stessa. Mi assale anche un altro dubbio: davvero tutti i commercianti del centro città vogliono questa isola pedonale? Questa isola pedonale non serve e non piace a nessuno». Non andrebbe meglio, pensando alle iniziative estive. «Il calendario degli eventi è ingolfato il sabato ma vuoto i restanti giorni, questa non è una programmazione seria di chi dovrebbe accogliere turisti». Infine sul concerto di sabato sera: «L'amministrazione si congratula quasi stupita per l'evento di Ambrogio Sparagna che ha portato in piazza centinaia di persone con la montagna armonica, evento che parte da molto lontano... Questo dimostra ai più che a pochi mesi dalla fine della legislatura non hanno ancora capito che Formia ha bisogno di eventi popolari: è su questi che va investito e non speso, non su quelli "più particolari" di qualche amico di partito». Per il sindaco Sandro Bartolomeo «la qualità paga e i numeri lo dimostrano. Il maestro Ambrogio Sparagna ha affollato Largo Paone, animando la serata con l'energia della musica e la voglia di stare insieme nel segno di tradizioni comuni. La ‘Montagna Armonica' proseguirà nei prossimi giorni con tanti altri eventi». Il primo cittadino anticipa che sul sito del Comune saranno pubblicati i rendiconti di spese dell'iniziativa. Tracciato anche un bilancio sul Festival del Teatro Classico. «Ai cinque spettacoli, hanno preso parte quasi 1100 spettatori paganti, a testimonianza della forte domanda di cultura che questa città esprime e alla quale è doveroso rispondere offrendo iniziative di qualità anche in periodi non strettamente estivi. In questa direzione volge anche il concerto del maestro Nicola Piovani, in programma lunedì 14 agosto presso il mausoleo di Cicerone».