Cominciano le scuole e le istituzioni hanno incontrato studenti e docenti per i saluti e per gli auguri per il nuovo anno scolastico. Accompagnato dal vicesindaco Maurizio Tallerini, insieme ai dirigenti scolastici dei rispettivi plessi, il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo ha partecipato a numerose aperture di anno scolastico in varie scuole della città.

Il primo cittadino ha già visitato la scuola "De Amicis", la "Vitruvio Pollione", la scuola media di Penitro, le elementari di Castagneto e San Giulio e stamani le scuole elementari e medie "Dante Alighieri". Nei prossimi giorni terminerà questo giro di saluto e conoscenza in tutti gli altri plessi scolastici.

"Nel ringraziare i dirigenti per il clima che ho potuto respirare in queste visite nelle scuole – commenta il sindaco Bartolomeo - voglio tranquillizzare in particolare i genitori degli alunni sul fatto che tutte le scuole sono state dotate di autoclave per rispondere ad una eventuale emergenza idrica e che comunque la situazione non ha impedito a nessuna scuola di avviare regolarmente il ciclo delle lezioni. Per quanto riguarda in particolare il plesso di Castagneto, d'accordo con la dirigente Annunziata Marciano e i genitori degli alunni, abbiamo deciso di avviare il prima possibile i lavori di ristrutturazione complessiva sia della scuola materna che elementare, lavori che sono stati finanziati dalla Regione Lazio e che prevedono un completo rifacimento di queste due strutture. Ciò comporterà che, per il tempo necessario alla realizzazione dei lavori, i ragazzi dovranno frequentare la scuola elementare De Amicis ma ho trovato nei genitori grande comprensione e volontà di collaborare e nella preside Marciano la disponibilità a trovare immediatamente le soluzioni organizzative necessarie senza che nessun bambino faccia doppi turni. Nonostante tutte le difficoltà che abbiamo avuto, soprattutto per la distribuzione dell'acqua in città, l'anno scolastico non si poteva aprire meglio. Il mio augurio è che il prosieguo consenta a tutti i bambini, gli educatori e i genitori di trovare nelle scuole frequentate dai loro figli soddisfazione per gli obiettivi che si sono proposti".