Nessun rischio per il punto di primo intervento a Minturno. A farlo sapere è il presidente della Regione Nicola Zingaretti. Oggi ho parlato con il direttore della Asl di Latina - fa sapere -  non è prevista alcuna chiusura  del PPI (Punto Primo Intervento)  di Minturno, piuttosto è previsto il suo potenziamento con la tele medicina all'interno del progetto già definito per le isole di Ponza e Ventotene. Noi, a differenza degli altri, gli ospedali li abbiamo aperti e non chiusi".

"Il  DCA 257 del 5 luglio 2017, in merito ai PPI, riporta l'avvio di un percorso, in ottemperanza a quanto stabilito dal D.M. 70/2015, di "graduale trasformazione" degli attuali PPI che, in ogni caso, non potrà avvenire senza adeguate valutazioni in merito al rapporto esistente tra fabbisogni e distribuzione della rete di offerta dei servizi sanitari, su base locale e provinciale, al fine assicurare l'assistenza ai cittadini – aggiunge la Direzione Generale della Asl di Latina - Nel caso specifico, proprio alla luce delle considerazioni appena accennate la Direzione dell'Azienda ASL, sta valutando l'opportunità di inserire l'ex ospedale di Minturno all'interno del progetto di telemedicina già definito per le isole di Ponza e Ventotene, con l'installazione di una postazione diagnostica dedicata. Nessuna chiusura, quindi, ma solo progettualità di ottimizzazione e sviluppo dei servizi offerti a livello territoriale".