Il Comune di Formia non è intenzionato a perdere lo sportello dell'Agenzia delle Entrate. Per questo motivo da settimane si cercano soluzioni per evitare di dislocare il servizio. In questa ottica si è tenuto stamani presso la sala Ribaud del Comune di Formia l'incontro convocato dal Sindaco Sandro Bartolomeo per discutere per l'appunto del paventato trasferimento della sede dell'Agenzia delle Entrate. Alla riunione hanno preso parte molti operatori dell'Agenzia (tra cui tutti i rappresentanti sindacali), esponenti dell'Ordine dei commercialisti, numerosi commercialisti locali e rappresentanti della professione notarile. Accanto al primo cittadino di Formia c'erano il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano e rappresentanti dei Comuni di Minturno (l'assessore Mino Daniele Bembo), Castelforte (il presidente del Consiglio Comunale Alessandro Ciorra), Ponza (l'assessore Gennaro Di Fazio), oltre al Presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud Pontino Salvatore Forte e a numerosi consiglieri comunali di Formia. 

 

Tutti, in primo luogo i dipendenti dell'Agenzia, hanno evidenziato di essere venuti solo casualmente a conoscenza del paventato trasferimento. Il provvedimento, hanno sottolineato i presenti, non è stato né pubblicizzato, né in alcun modo comunicato alle amministrazioni locali o ai rappresentanti delle categorie professionali che si servono quotidianamente dell'Agenzia. Tutti gli interventi hanno evidenziato come lo spostamento dell'agenzia in una sede periferica rispetto al bacino d'utenza non produca alcun beneficio né per gli utenti, né per i rappresentanti delle categorie professionali. 

 

Nel concludere l'affollato incontro, il sindaco Bartolomeo ha proposto di sottoporre immediatamente alla Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate la riapertura del bando per la manifestazione d'interesse finalizzato all'individuazione di immobili ove trasferire la sede territoriale dell'Agenzia. L'obiettivo è di trovare una soluzione nell'ambito del territorio comunale di Formia o comunque, all'interno del Golfo di Gaeta. 

 

In poche ore sono giunte al sindaco di Formia tre manifestazioni di interesse da parte di altrettanti imprenditori privati disposti a mettere a disposizione locali di loro proprietà. Lo stesso Presidente Cosind Salvatore Forte ha sottolineato come, nell'ambito del territorio gestito dal Consorzio Industriale, esistano almeno una decina di soluzioni percorribili che consentirebbero di scongiurare il paventato trasferimento. 

 

"L'augurio – commenta il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo - è che la Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate faccia un passo indietro rivedendo le decisioni assunte in merito alla localizzazione della sede. Tra l'altro, come prevede il bando stesso, la manifestazione d'interesse non è in alcun modo vincolante. L'Agenzia si riserva, a suo insindacabile giudizio, di non selezionare alcuna offerta o di recedere dalle trattative senza obbligo di motivazione, qualsiasi sia il grado di avanzamento. Incontrerò presto la Direzione Regionale – conclude il primo cittadino -. E' necessario trovare rapidamente una soluzione nell'interesse del nostro territorio e di tutte le categorie professionali".