«Abbiamo apprezzato il lavoro dell'ex dirigente dell'Istituto Comprensivo Marco Emilio Scauro, ma rispettiamo l'autonomia delle Istituzioni scolastiche». Questa è in sintesi la risposta del sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, alla lettera inviata da genitori e cittadini del Marco Emilio Scauro, che, come già scritto ieri, hanno chiesto alle autorità scolastiche di far tornare la dirigente Maria Rosaria Graziano alla guida dell'Istituto scaurese. Nella lettera si invitava il sindaco ad adoperarsi affinchè la preside, trasferita a Piedimonte San Germano, tornasse a Scauri. Il primo cittadino di Minturno, nel sottolineare l'impegno della sua Amministrazione verso la comunità scolastica, con risultati di gran lunga superiori al passato, ha ribadito come il Comune abbia, in passato, apprezzato il lavoro della dottoressa Graziano, come dimostrato con note scritte, interventi pubblici, targhe e attestazioni. «L'Amministrazione -ha continuato Stefanelli- è venuta a conoscenza dell'ispezione ministeriale da voci e articoli di giornale, ma non è stata coinvolta in nessun modo dal collegio ispettivo, che non ha mai chiesto notizie all'ente. La questione sollevata dai genitori riguarda un rapporto tra il Ministero dell'Istruzione ed una sua dipendente, che saprà difendere i suoi diritti e le sue aspettative nelle sedi opportune. Gli amministratori ed il personale del Comune continuano a lavorare per la scuola, per il bene e la crescita culturale delle nuove generazioni, a prescindere da chi siano i dirigenti e gli insegnanti degli istituti cittadini. A tal proposito è opportuno rivolgere parole di incoraggiamento ai docenti incaricati da pochi giorni di svolgere la loro missione nell'Istituto di Scauri». Il primo cittadino ha poi ribadito che vanno comprese le difficoltà incontrate, in questo primo periodo, dalla nuova dirigente Margherita Diana, nominata alla vigilia dell'inizio dell'anno scolastico e "catapultata" in una nuova realtà. «Io, gli altri amministratori, i funzionari e i dipendenti del Comune- ha concluso Stefanelli- le staremo vicino, nell'espletamento delle ordinarie funzioni, correlate ai compiti istituzionali dell'ente. Infine invito i genitori, considerate le scontate difficoltà di inizio anno, ad assumere comportamenti collaborativi e a continuare ad avere fiducia nel corpo dei docenti e nelle istituzioni». Il Comune, dunque, ha precisato la propria posizione su una vicenda che si trascina da mesi ed esattamente dal periodo in cui all'interno dell'Istituto Comprensivo scaurese è arrivato l'ispettore che ha poi presentato la sua relazione ai vertici scolastici, i quali hanno poi disposto il trasferimento della ex dirigente.