La revisione delle tariffe per gli impianti sportivi di San Felice Circeo non ha convinto i consiglieri del gruppo "Verso il Domani", che in una nota hanno criticato la scelta dell'amministrazione Schiboni. "Il 20 novembre, la Giunta Schiboni - scrivono - ha approvato le nuove tariffe per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali, ed è stata proprio una brutta sorpresa per le Associazioni Dilettantistiche che ne usufruiscono perché le spese che le stesse Associazioni dovranno affrontare saranno salate, in modo particolare, per chi vorrà allenarsi nella tensostruttura di Colonia Elena. Qui, infatti, è stato fissato un costo di ben 14 Euro all'ora, il che renderà difficile, soprattutto per le Associazioni che non hanno moltissimi iscritti, continuare a fare attività sportiva nel nostro Comune.
Lo sviluppo e la diffusione dello Sport dovrebbero essere tra le prime preoccupazioni di una amministrazione comunale, anche per tutte le considerazioni legate alla pratica di una attività sportiva soprattutto da parte dei più giovani. Di conseguenza, sarebbe indispensabile destinare i fondi necessari a sostenere queste attività.
Invece, la Giunta Schiboni ha preso una direzione completamente opposta. E non perché non ci siano soldi ma perché si preferisce spenderli diversamente. Solo a titolo di esempio, da qualche giorno è stato affidato un incarico ad un noto avvocato di Modena per rivedere tutta la situazione legata alle spese per il personale che è attualmente oggetto di indagine da parte della Corte dei Conti e che ha già portato alcuni degli attuali amministratori a cercare di giustificare una spesa – illegittima a detta della stessa Corte – di oltre 600.000,00 Euro. In pratica la Giunta preferisce pagare un avvocato nella speranza di trovare una via di fuga a quanto viene contestato dalla Corte dei Conti invece di sostenere le spese per gli impianti sportivi. Però, vista la carenza delle risorse, il conto lo presenta ai cittadini o, per meglio dire, ai bambini di San Felice!
Sempre a proposito di impianti sportivi, i cittadini vorrebbero sapere che fine ha fatto il progetto della nuova tensostruttura di Borgo Montenero. Per quello che era stato programmato dalla Giunta precedente, l'opera doveva essere consegnata all'Istituto Leonardo da Vinci il 1° settembre del 2017, affinché i ragazzi della Scuola potessero avere la palestra che non hanno mai avuto e affinché le Associazioni Sportive potessero usufruirne negli orari extrascolastici. Invece, il sindaco Schiboni ha bloccato tutto".