La procedura per l'installazione delle antenne nel centro storico di San Felice Circeo ancora non è conclusa e in ogni caso non si tratta di apparecchi "invasivi". È L'amministrazione stessa a intervenire sul tema per rispondere all'accesso civico effettuato qualche settimana fa dall'associazione "Lapis", che aveva espresso una serie di perplessità sulla delibera adottata dalla Giunta Schiboni.
«Venti centimetri per lato e dieci di profondità misurano le microcelle per telefonia mobile – scrivono dall'Ente - che miglioreranno la copertura GSM e LTE del centro storico di San Felice Circeo per l'utilizzo dei telefoni cellulari da parte degli utenti. In risposta all'accesso civico richiesto il comune di San Felice Circeo chiarisce che la procedura per l'installazione delle micro antenne non è conclusa e ad ogni buon fine qui di seguito si illustrano le caratteristiche tecniche. I contratti con i relativi allegati - concludono - saranno pubblicati nella sezione amministrazione trasparente, sotto sezione beni immobili gestione patrimonio-canoni di locazione».