La Provincia di Latina, attraverso una determinazione del settore Scuola, ha destinato 650mila euro alla riqualificazione e alla messa in sicurezza degli edifici dell'istituto "Pacifici e De Magistris" di Sezze. A dettagliare la serie di interventi che porteranno a beneficio della struttura scolastica 650mila euro, 500 riservati alla parte del chiostro e dell'annessa Chiesa dei Cappuccini, 150 per la nuova ala dell'istituto già potenziata negli ultimi anni, la commissione Lavori pubblici convocata dalla presidente Francesca Barbati, che ha visto la partecipazione di Giovanni Bernasconi, nella duplice veste di rappresentante del consiglio provinciale e consigliere comunale di Sezze: «Tutto è iniziato - ha spiegato Bernasconi - con la legge 107 del 13 luglio 2015, la cosiddetta ‘Buona scuola', grazie alla quale sono stati stanziati 40 milioni di euro per finanziare le indagini diagnostiche statiche sugli edifici scolastici, al fine di accertarne il grado di sicurezza. La Provincia di Latina - ha continuato il consigliere - grazie ai finanziamenti ottenuti dalla partecipazione al bando, lo scorso anno ha potuto effettuare la indagini diagnostiche su 32 istituti, tra cui l'Isiss Pacifici e De Magistris. A fronte di ciò - ha concluso il consigliere - con il decreto ministeriale 607 dell'8 agosto 2017, è stata finanziata la messa in opera degli interventi strutturali individuati nel corso delle indagini diagnostiche». Attraverso il decreto sono infatti stati stanziati complessivamente oltre 321 milioni di euro da destinare alla riqualificazione e alla messa in sicurezza degli edifici scolastici. Di tale somma, la Provincia di Latina ha ottenuto circa 10 milioni di euro che verranno utilizzati per finanziare la ristrutturazione statica di 39 istituti. Tra questi rientra anche l'Isiss Pacifici e De Magistris che ne beneficerà attraverso due interventi: il primo riguarda l'area centrale, costituita dal chiostro adiacente all'ex convento dei Cappuccini; il secondo riguarda invece l'ala nuova, costituita dall'istituto Alberghiero.