Nuova vita per il teatro "Fellini" di Pontinia, che a breve riaprirà i battenti. La gara per l'affidamento e infatti conclusa e c'è una proposta di aggiudicazione. A spuntarla, l'associazione "Teatro Ragazzi" insieme all'associazione culturale "Lestra" presieduta da Clemente Pernarella, che è anche direttore tecnico della prima. Un ritorno a casa per l'attore e regista, che ha già avuto la direzione artistica del teatro di piazza Indipendenza una decina di anni fa.
«Siamo già passati di lì e quella del "Fellini" - dice Pernarella, contattato telefonicamente - è stata una delle parentesi più felici. Nei tre anni in cui abbiamo gestito il teatro abbiamo organizzato molti eventi e a Pontinia sono passati dei nomi oggi di rilievo. Ai tempi la città ha risposto bene e abbiamo sempre creduto nell'enorme potenziale di Pontinia e del suo teatro, che è uno dei più belli della provincia e del Lazio».
Per il "Fellini" ci sono in programma parecchie novità. Non solo il teatro di prosa, ma anche danza, musica e persino il cinema. Un mezzo per valorizzare ed esprimere le tante potenzialità che una struttura come questa offre. «Il nostro obiettivo - aggiunge Pernarella - è creare una rete, porre il teatro in relazione anche con altri spazi e altre realtà. Il Map, la torre idrica, il festival del Rock&Blues e la valorizzazione dei prodotti enogastronomici. Ci sono tanti fattori che ci hanno incoraggiato a fare questa scommessa. Vogliamo far sì che il "Fellini" diventi un luogo che produce crescita e sviluppo, culturale ed economico».
Per quanto riguarda i tempi per l'inaugurazione della nuova stagione occorre fare i conti con la burocrazia. L'Ente deve effettuare tutte le verifiche di rito per far sì che l'aggiudicazione diventi definitiva e occorre attendere i tempi per eventuali ricorsi. Se tutto dovesse filare liscio, però, entro marzo-aprile probabilmente il "Fellini" riaprirà i battenti. E non è detto che non vengano programmate attività anche in estate.