Per questo motivo il privato, decorso il termine utile per la definizione del procedimento, ha deciso di presentare ricorso al Tar, chiedendo la condanna dell'ente anche ad un risarcimento danni. La sentenza dei giudici amministrativi di Latina è stata depositata nella giornata del 21 gennaio, con il Tar che ha condannato il Comune di San Felice Circeo ad adempiere entro e non oltre trenta giorni. In caso contrario verrà nominato un commissario ad actus, già individuato nel comandante della Capitaneria di Porto di Gaeta. A carico del Comune di San Felice Circeo anche le spede di giudizio, quantificate in 1.500 euro. Per quel che riguarda la richiesta di risarcimento danni, invece, sarà necessaria la pronuncia con rito ordinario.