Sono due gli ex dipendenti del Comune di San Felice Circeo che hanno citato in giudizio l'ente chiedendo un risarcimento danni. In un caso la questione sollevata è relativa alle mansioni svolte, che secondo il ricorrente sarebbero state superiori rispetto al suo inquadramento professionale. Pertanto avrebbe avuto diritto - questo il cuore del ricorso - ad una retribuzione superiore, che è proprio l'oggetto del risarcimento danni (compreso di maggiorazioni, interessi e indennità per otto anni) chiesto al Comune. Nel secondo caso, invece, si parla di un presunto ritardo nell'assunzione del lavoratore, che anziché avvenire nel 2000 è avvenuta nel 2004. Anche con questo ricorso è stato chiesto un risarcimento danni contro il Comune di San Felice Circeo, che già si è costituito in giudizio in previsione delle udienze che si terranno nei prossimi mesi.