Un'opera monumentale finanziata per mezzo milione di euro dalla Regione Lazio, ma che ad oggi, a cinque anni dall'affidamento dei lavori, ancora non è stata inaugurata. Parliamo dell'anfiteatro di Vigna La Corte, progetto inserito nell'ambito della riqualificazione del centro storico avviata nel 2005 dall'allora giunta Schiboni. Pensare che nel frattempo è terminata una consiliatura, ci sono state le elezioni comunali e la "nuova" amministrazione è arrivata all'ultimo anno di mandato. Tutto, però, senza che l'anfiteatro venisse inaugurato. Che i lavori non fossero semplici lo si era capito sin dai primi mesi successivi all'affidamento dell'intervento per 330mila euro circa. Infatti, fu subito necessaria una variante a causa di alcuni errori nella progettazione, dovuti - così si legge negli atti - anche alla presenza di vegetazione sul terreno che all'epoca non consentì di effettuare con la necessaria precisione i rilievi. Poi nel 2015 una nuova variante per installare una struttura contenete i quadri elettrici e da allora - la variante è stata approvata nell'aprile 2015 - più nulla. L'anfiteatro ancora non è stato inaugurato e dalla politica non è arrivata alcuna spiegazione in merito ai ritardi.