Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Rischio idrogeologico, servono 400mila euro
0

Rischio crolli: la spiaggia resta interdetta

San Felice Circeo

Ancora problemi idrogeologici nell'area del porto

Anche quest’estate la spiaggia a ponente del porto turistico di San Felice Circeo sarà in larga misura interdetta al pubblico uso per questioni di sicurezza. Nei giorni scorsi l’ufficio Lavori pubblici del Comune ha infatti provveduto ad emanare gli atti necessari per completare gli acquisti per la realizzazione della recinzione, che costerà all’incirca mille euro. L’obiettivo è quello di tenere lontani i bagnanti dal costone roccioso che, come rilevato da una perizia geomorfologica richiesta nel 2014 dall’ente locale, presenta più di qualche criticità in alcuni punti: i massi potrebbero staccarsi e rotolare giù. Per questo motivo il 12 luglio 2014 è stata disposta l’interdizione della scogliera e di parte della spiaggia a ponente del porto, con la speranza di ottenere in un futuro non troppo lontano dei finanziamenti per realizzare un progetto di messa in sicurezza dell’area, tra le più apprezzate dai turisti e non solo. Ad oggi, tuttavia, non c’è stato alcun intervento concreto sulla scogliera e pertanto inevitabilmente anche quest’estate parte della spiaggetta del porto sarà interdetta. Da capire invece quale sarà il futuro di parte della scogliera di Quarto Caldo, anch’essa interdetta, almeno per ora, al pubblico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400