Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




Scogliera pericolosa, revoca parziale per l'ordinanza
0

Scogliera pericolosa, revoca parziale per l'ordinanza

San Felice Circeo

A giorni il provvedimento: la relazione del geologo ha accertato l'assenza di pericoli in alcuni tratti

Per circa sei chilometri la fascia costiera di San Felice Circeo è interdetta a seguito di un’ordinanza sindacale che è arrivata dopo gli accertamenti dell’ufficio locale marittimo della capitaneria di porto di San Felice Circeo e dell’ufficio tecnico dell’ente locale risalenti al 2010. A breve, però, visti gli ulteriori accertamenti svolti da un geologo incaricato dal Comune, la situazione potrebbe essere modificata con una revoca parziale dell’ordinanza. La conseguenza è che quindi finalmente alcuni tratti di scogliera potranno tornare ad essere fruibili.

Gli accertamenti del 2010 attestarono «lo stato di pericolo per il distacco di massi e fenomeni di smottamento dalla parete rocciosa nei pressi della scogliera del promontorio» e perciò fu interdetta alla balneazione buona parte della scogliera di Quarto Caldo, tra le aree più suggestive di San Felice Circeo. Più in particolare il provvedimento interdittivo, che ancora oggi è vigente, riguarda l’area compresa tra la grotta delle capre e grotta della maga Circe, cui più di recente si è aggiunta la spiaggetta del porto, che difatti è stata transennata proprio per il rischio smottamenti evidenziato all’interno di una relazione geologica.

L'articolo completo su Latina Oggi del 6 maggio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400