Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




La testa di Circe torna a casa
0

La testa di Circe torna a casa

San Felice Circeo\

Il reperto sarà protagonista di un'esposizione temporanea storico-archeologica

Nel 1928 fu scoperta alle pendici del Picco di Circe e ora, a distanza di quasi un secolo, la testa di Circe tornerà a San Felice per un’esposizione culturale dal titolo “Il ritorno di Circe al Circeo: leggenda, archeologia e storia in una colonia del Lazio antico”. Da circa un anno il Comune ha avviato le pratiche per ottenere dal Museo nazionale romano il prestito dell’opera e l’istituzione facente capo al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha risposto favorevolmente alle istanze dell’ente locale, comunicando la propria disponibilità al prestito dell’opera e specificando però anche le condizioni contrattuali per il prestito. Trattandosi di un reperto archeologico di non poco conto, il Comune di San Felice Circeo dovrà provvedere ad effettuare in massima sicurezza le operazioni di trasporto e a garantire la più totale sicurezza dei locali in cui sarà esposta la testa di Circe. Per questo motivo le operazioni di trasporto tra Roma e San Felice Circeo saranno svolte da una ditta già abitualmente fornitrice del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Per quanto riguarda la conservazione del reperto per tutta la durata dell’esposizione, il Comune - la spesa complessiva è di circa 4mila euro per tutti gli adempimenti - ha stipulato, come richiesto dal Ministero, una particolare polizza assicurativa. Inoltre, presso la Porta del Parco sarà ripristinato il sistema d’allarme per evitare che qualche malintenzionato possa trafugare il reperto archeologico che sarà esposto durante quest’evento la cui data d’inizio, però, ancora non è stata resa nota.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400