Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Imprese agricole in ginocchio, la protesta
0

Imprese agricole in ginocchio, la protesta

L'iniziativa

I produttori denunciano i problemi della categoria: stop alla raccolta il 2 giugno

Il comitato agricolo pontino, costituito da cooperative ortofrutticole e imprenditori locali, si dicono pronti alla protesta. «Prendiamo le distanze - specificano - da chi sfrutta i lavoratori creando un sistema organico con il caporalato. Ma è inaccettabile la gogna mediatica di cui siamo vittime». Sono gli stessi agricoltori a sentirsi invece protagonisti della promozione di una società multietnica, che praticano una integrazione reale, dal basso. «Il nostro comparto - ammettono - è in crisi, i prezzi sono dimezzati rispetto alla stagione precedente, alcuni mercati di sbocco sono chiusi e troppi accordi commerciali hanno favorito l’entrata di prodotti che di etico e garantito hanno ben poco». Per manifestare il proprio dissenso, i produttori del Comitato agricolo pontino hanno deciso di organizzare una protesta per il prossimo 2 giugno, data in cui cade la Festa della Repubblica. Gli imprenditori hanno deciso di tenere chiuse le aziende e quindi di non raccogliere. «Chiediamo alle associazioni di categoria di prendere posizione e dire con chiarezza se vorranno partecipare». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400