Fino al 30 settembre a San Felice Circeo è stata stabilita la grave pericolosità per il rischio di incendi boschivi. Per fronteggiare questa situazione nella giornata di ieri il sindaco Gianni Petrucci ha provveduto a emanare un’ordinanza con la quale sono stati disposti diversi divieti. Tra questi, quello di accatastare e dar fuoco a legna e materiale infiammabile, all’immondizia (di qualsiasi natura) e di accendere fuochi da bivacco, dar fuoco a stoppie o a residui vegetali o di lavorazione. Per gli inottemperanti sono previste pesanti sanzioni amministrative, che potranno oscillare tra 1.032 euro e 10.329 euro, sempre qualora il fatto non costituisca un reato punibile in base al codice penale.