Continua a tenere banco da quasi vent’anni, per un verso o per un altro, la vicenda dell’ipotizzato raddoppio del porto del Circeo. Gli strascichi ormai sono di natura giudiziaria, con l’ex società “Penta”, oggi “Porto del Circeo” a seguito di modifica societaria, che ha citato in giudizio il Comune di San Felice e altri enti chiedendo un risarcimento danni di ben 7 milioni di euro. A decidere sulle pretese della parte attrice sarà ora il tribunale di Roma, con il Comune che nella giornata di ieri, in vista dell’udienza di ottobre, ha nominato i propri legali.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (16 settembre)