Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Rifiuta l'alcol test Denunciato dai carabinieri
0

Botte in strada, spuntano delle spranghe

San Felice Circeo

La lite tra stranieri all'incrocio tra via Montenero e via Domenichelli

Un gruppo di una decina di cittadini di nazionalità straniera, presumibilmente indiana, è tornato ad affrontarsi per cause ancora da chiarire nel bel mezzo delle strade di San Felice Circeo. È avvenuto tutto in una manciata di minuti venerdì sera, nei pressi dell’incrocio tra via Montenero e via Domenichelli, già teatro di altri episodi analoghi. La situazione è ben presto degenerata, con alcune delle persone coinvolte che hanno iniziato a tirare fuori spranghe e armi da taglio con cui hanno inseguito alcuni soggetti fuggiti poi verso Borgo Montenero. In una manciata di minuti la situazione è tornata alla normalità. Tutti hanno fatto perdere le proprie tracce, alcuni salendo a bordo di automobili, altri invece a piedi o con scooter. Difficile al momento stabilire le cause alla base di quest’episodio, ma non si escludono futili motivi.
Soltanto qualche settimana fa si era verificata un’aggressione in tutto e per tutto simile a quest’ultima. Ad essere coinvolti sempre dei cittadini di nazionalità indiana, alcuni dei quali armati (uno di loro aveva una sorta di mannaia occultata nei pantaloni). I carabinieri della Stazione di San Felice Circeo, comandati dal luogotenente Antonio Mancini e coordinati dal capitano della Compagnia di Terracina Margherita Anzini, la mattina dopo avevano avviato meticolose indagini su tutto il territorio. Anche alla luce di un’aggressione sventata il giorno prima nel bel mezzo di La Cona, dove alcune persone di nazionalità straniera avevano tentato di aggredire un loro connazionale in casa. Ben dieci le denunce a piede libero per una serie di contestazioni. Sei persone sono state accusate di violazione di domicilio in concorso e danneggiamento aggravato in concorso. Gli stessi, come è stato appurato dai carabinieri, a seguito di un diverbio sorto con un loro connazionale avevano tentato di aggredirlo danneggiando la porta d’ingresso della sua abitazione (situata a La Cona). Ma sono stati bloccati dal pronto intervento dei carabinieri.
Contestualmente sono stati attivati anche altri controlli sulle case locate sia per quanto riguarda la regolarità delle registrazioni dei contratti di affitto che per quanto concerne il rispetto dei requisiti igienico-sanitari. Oltre ai carabinieri, tale attività di controllo e monitoraggio si sta svolgendo con l’ausilio della polizia municipale, comandata dalla dottoressa Mariella Di Prospero, e della Asl di Latina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400