Svolta in vista per gli oltre 30 cittadini di San Felice Circeo che da tempo attendevano l’omologazione delle procedure di conciliazione per uso civico. Nei giorni scorsi la giunta municipale ha deliberato un atto di indirizzo dando mandato al responsabile del settore competente di verificare la regolarità delle stesse, senza dover più interpellare la Regione Lazio. La Pisana, infatti, rispondendo a una lettera di chiarimenti inviata dal vicesindaco Eugenio Saputo, ha puntualizzato che in base a una sentenza di Cassazione non poteva entrare nel merito di quelle procedure che erano state portate avanti innanzi al commissario per gli usi civici. Questo perché si tratta di atti giudiziari, per i quali non è necessaria l’omologazione regionale che invece resta valida per le procedure perfezionate attraverso un normale iter amministrativo.