Respinto il ricorso al Tar promosso dagli operatori balneari di San Felice Circeo che chiedevano l'annullamento della classificazione per la valenza turistica. Le carte bollate per gli aumenti relativi ai canoni concessori, ma i giudici del tribunale amministrativo hanno sentenziato: «Ricorso inammissibile e infondato». Ma non si esclude un possibile appello davanti al Consiglio di Stato.

Il servizio nell'edizione di Latina Oggi in edicola e in versione digitale dell'8 settembre