Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Mare in tempesta: i salvataggi tra Ponza e Palmarola
0

Bomba in mare, conclusa la bonifica

San Felice Circeo

L'ordigno bellico ritrovato casualmente da un subacqueo

Si sono concluse ieri le operazioni di bonifica dei fondali in cui alla fine di ottobre era stata rinvenuta una bomba inesplosa. A operare sono stati gli specialisti del Servizio difesa antimezzi insidiosi (Sdai) della marina militare. Ad accompagnarli, i militari della capitaneria di porto di San Felice Circeo, comandati da Dino Mucciarelli e diretti dal tenente di vascello Marco Sansò, alla guida della capitaneria di porto di Terracina. L’area, per chiare ragioni di sicurezza, è stata interdetta durante le operazioni per un raggio di 500 metri dal punto in cui un subacqueo ha rinvenuto l’ordigno. Il colpo di mortaio, risalente alla seconda guerra mondiale, pur essendo sott’acqua da decenni era potenzialmente pericoloso. Per questo motivo gli specialisti dello Sdai hanno deciso di farlo brillare, mettendo dunque in sicurezza la zona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400