Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Sorpresi a rubare pigne  Denunciati dalla Forestale
0

In prima linea per difendere il Parco

Circeo - I Forestali nel 2015 hanno elevato più di 300 multe

Sono 26 i forestali del Coordinamento territoriale dell’Ambiente di Sabaudia che ogni giorno sono in prima linea per tutelare il Parco nazionale del Circeo. I risultati concreti li descrivono al meglio i numeri contenuti all’interno del piano operativo approvato nei giorni scorsi dal Parco nazionale del Circeo, pronto ad impegnare 70mila euro per il 2016 per far proseguire una serie di attività svolte dalla Forestale diretta dal vicequestore aggiunto forestale Giuseppe Lopez. Nel corso del 2015, come si legge nel documento, sono state più di trecento le violazioni amministrative accertate dagli agenti del Corpo Forestale, mentre più di trenta sono state le notizie di reato inviate alla Procura della Repubblica. 

Il tutto, in un territorio che, esteso su 8.917 ettari, al suo interno ospita un gran numero di riserve naturali, fauna migratoria e non solo, nonché siti archeologici di notevole importanza. Un ambiente delicato e da tutelare, dove tra gli illeciti maggiori, chiaramente, si registra l’abusivismo edilizio. Ma i problemi non finiscono qui, perché gli agenti del Corpo Forestale dello Stato, mentre il destino del Corpo è ancora incerto, sono impegnati anche su un altro fronte, quello dell'anti-bracconaggio. Fortunatamente su buona parte del territorio il bracconaggio non rappresenta un fenomeno particolarmente esteso, se non per l'isola di Zannone, dove assume una significativa rilevanza. Per il 2016, al fine di garantire la sorveglianza sul territorio, il Parco Nazionale ha previsto un contributo di 70.000 euro, approvando il piano operativo per il prossimo anno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400