Si tratta di una donna, la quale ha raccontato ai militari dell'Arma di aver accidentalmente lanciato il sasso contro la teca del compatrono di San Felice Circeo dopo essere inciampata. Il risultato è stato comunque che il vetro della teca, installata lungo via Roma, è stato ridotto in frantumi, mentre a quanto pare la statua di San Rocco non avrebbe riportato gravi danni ed è stata rimossa in attesa che il vetro venga riparato. Per la donna, invece, è scattata la denuncia per danneggiamento aggravato.