Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




L’interno di uno dei due edifici dell’ex area commerciale di via Sandro Pertini
0

Furti e degrado in via Pertini
Eupolis: «Serve una bonifica»

Cisterna

Un video per denunciare lo stato di abbandono e pericolo a soli pochi metri da un parco giochi e abitazioni. Il grido d’allarme arriva dall’associazione Eupolis che insieme ad un rappresentate dell’Anppe (associazione nazionale polizia penitenziaria sezione distaccata di Roma), hanno mostrato tutti i pericoli che si nascondono nell’ex area commerciale di via Sandro Pertini, zona interna del quartiere Cerciabella. Passare in poco tempo ad essere il frutto di una crescita economica delle periferie al degrado e l’abbandono più totale, il passo è stato breve quanto impensabile. Perché ciò che ci si ritrova dinanzi camminando per quello che una volta era un polo commerciale è davvero preoccupante, soprattutto per il silenzio creato intorno.

L’allarme lanciato  dall’ associazione:
chiedere maggior  attenzione dell’ente su mancanze dei privati.


Lo stato di abbandono raccontato nelle immagini poi pubblicate in rete non sono nuove, con l’aggravante di uno stato peggiore di quello riscontrato solo qualche mese fa. In questi due capannoni semivuoti prima vi erano due esercizi commerciali divenuti negli ultimi anni terra di conquista dei ladri, che hanno fatto razzia della merce rimasta sugli scaffali e nel magazzino; visto che non c’è rimasto più nulla, adesso stanno “spogliando”la struttura del suo materiale in ferro in modo tale da poterlo convertire in denaro vendendolo nei centri rottami. Vetri dappertutto, segni chiari di bivacco e tutta l’area vandalizzata.

La situazione di estremo pericolo che viene sottolineata anche nel video è e rimane l’ascensore. Dal piano terra fino al piano superiore nell’area parcheggio non ci sono protezioni con porte e base d’appoggio totalmente divelte. C’è da chiedersi quanto tutto ciò sia possibile a pochi passi dalle abitazioni e da bambini che giocano nel vicino parco. E proprio a tal proposito il rappresentante di Eupolis Riccardo Carletti ha proposto in modo provocatorio di trasformare l’area nell’asilo di zona. Una problematica lunga anni, ma da attribuire a chi? L’onere della messa in sicurezza della struttura essendo privata spetterebbe alla proprietà. Di sicuro se nessun organo preposto ne obbliga tale azione, di sicuro nessuno la farà. E’ questo quello che ha voluto ricordare Riccardo Carletti all’amministrazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400