Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Il collaudo del parco  si ferma sui lampioni
0

Il collaudo del parco
si ferma sui lampioni

Cisterna

Si arricchisce di un nuovo capitolo la storia sul parco di via Treves. L’area pubblica nel cuore di Cisterna, da ben sette anni aspetta la sua apertura ma la paura che si dovrà aspettare ancora molto sta diventando quasi realtà. Si perché da una parte il collaudo fatto dalla ditta costruttrice, la Trasolini srl, dice che è stato fatto a norma e secondo progetto mentre il collaudo dell’ufficio tecnico attraverso l’ing. De Biaggio sostiene esattamente l’opposto, affermando che ci sono delle “discordanze tra le opere riscontrate e gli atti di progetto e contabili”.

Una situazione di stallo, anzi a dirla tutta di muro contro muro. E a quanto sembra le problematiche che bloccano tutto sono alcune essenze arboree non attecchite, una pista ciclabile non conforme al disegno originale, panchine non disposte come da progetto e illuminazioni diverse da quelle previste. Questo è quanto afferma il tecnico comunale il giorno del collaudo in presenza del architetto Trasolini che qualche mese prima aveva effettuato il collaudo per contro della ditta di costruzioni. Nel documento redatto dal professionista si legge che “la pista ciclabile è stata realizzata come da progetto approvato nella zona a verde pubblico”, così come il marciapiede, l’arredo urbano (con la lista degli alberi piantati) e via dicendo. 

Insomma sembra il classico scarica barile dove ci si da la colpa a vicenda senza trovare una soluzione e allungando i tempi, a scapito dell’utenza che non può utilizzare quell’area. Ad oggi dopo tutti questi anni appare difficile ricondurre questa fase di stallo ad una questione meramente estetica e neanche alla solita burocrazia dai tempi lunghissimi perché sette anni sono troppi anche per quella.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400