Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




L’intervento dei vigili del fuoco
0

Rogo, una gara
di solidarietà

Cisterna

Più passano le ore è più è chiaro il quadro dei danni provocati dall’incendio. Gli alloggi del terzo e quarto piano necessitano di nuovi solai rendendo così pericolosi anche i piani superiori, tutti da bonificare. L’emergenza sfollati ha fatto partire la macchina degli aiuti in favore degli inquilini della palazzina di via Falcone, danneggiata dall’incendio divampato lo scorso mercoledì sera. Nella mattinata di ieri mentre i tecnici di comune, Ater, protezione civile e l’assessore ai servizi sociali Viviana Agnani hanno fatto un nuovo sopralluogo negli appartamenti della scala «I» della palazzina, a pochi metri era già in pieno della sua funzione il campo di emergenza disposto nel centro polivalente.

Per i casi considerati
straordinari, i servizi
sociali hanno disposto
il pernottamento presso
strutture alberghiere.

Nella struttura di via Stocchi è stato allestito un punto di accoglienza dove i cittadini che non possono rientrare nei propri appartamenti potranno pernottare. Al momento sono ancora un numero esiguo ma destinato a salire nelle prossime ore. L’area dista pochi metri dagli appartamenti colpiti dall’incendio; un modo questo per stare vicino alle proprie cose. Per quelli che sono riusciti a rientrare per pochi istanti nelle proprie abitazioni, il comune ha fornito agli inquilini tute e mascherine necessarie ai condomini per entrare e recuperare ulteriori effetti personali, accompagnati dai volontari della Protezione civile.

Inoltre, l’ente ha redatto un vademecum, distribuito tra gli inquilini, per fornire regole di sicurezza e comportamento da seguire in casi di post incendio. In alcuni casi, giudicati straordinari, i servizisociali hanno disposto l’alloggio presso strutture alberghiere private. Presso il punto caritas di piazza XIX Marzo invece, si stanno servendo pasti per le famiglie della palazzina Ater. Un lavoro incessante che parte dall’amministrazione e che passa attraverso il prezioso aiuto delle associazioni e comitati di zona. Loro in queste ore stanno lavorando senza sosta per reperire tutto ciò che serve a queste persone.

Oltre a istituzioni e associazioni di volontariato la comunità di Cisterna si sta dimostrando estremamente solidale verso gli sfortunati concittadini: l’appello lanciato nelle scorse non è caduto nel vuoto. Molti i conferimenti di generi di prima necessità presso il punto di raccolta allestito presso la chiesa di San Valentino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400