Hanno presentato ricorso al Tribunale del Riesame di Roma Georgeta Vaceanu e Fabrizio Faiola, finiti in carcere con l'accusa di aver ucciso il sarto Umberto Esposito e di averlo sequestrato. Dopo che il gip Pierpaolo Bortone ha convalidato il fermo disposto dal pm Cristina Pigozzo titolare dell'inchiesta, il collegio difensivo ha impugnato la misura restrittiva emessa dal gip. La data dell'udienza a Roma ancora non è stata fissata ma probabilmente sarà per la fine di aprile. Le indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia aveva permesso di fare luce sulla scomparsa del sarto e sui presunti responsabili dell'omicidio. Il corpo dell'anziano era stato trovato in una località di campagna a La Fiora vicino a Terracina. Il movente è da ricercare nella volontà dei due indagati di ripulire i conti correnti della vittima e poi secondo quanto ipotizzano gli inquirenti, volevano scappare verso il Nord Italia.