In cinque vennero licenziati perchè accusati di essersi appropriati dell'incasso della S.I.S. S.r.l., la società che gestisce i parcheggi a pagamento del Comune di Formia. Il Tribunale Civile di Cassino ha rigettato i ricorsi presentati dai dipendenti della S.I.S. s.r.l. di cui il Comune di Formia è socio al 49%, che adesso rischiano anche un processo penale per peculato. I provvedimenti emessi nei confronti di G.R, B.G. L.B., S.I. e A.D.A., hanno così confermato, di conseguenza, i licenziamenti adottati nell'ottobre del 2015 contro gli ausiliari del traffico per giusta causa. I giudici della sezione lavoro, la dottoressa Savignano, il dottor Tizzano ed il dottor Gualtieri, hanno emesso i provvedimenti in maniera uniforme. I provvedimenti risalgono ad ottobre 2016; dicembre 2016 ed aprile 2017 (alcuni sono stati reclamati avanti la Corte d'Appello di Roma, rito ex Fornero ). Nell'agosto 2015 la società si accorse che relativamente al parcheggio di Gianola, si stavano registrando delle grosse anomalie negli incassi rispetto agli anni precedenti quindi furono avviati degli accertamenti da parte della società.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (mercoledì 26 aprile)