É stata condannata a 16 anni di reclusione Arianna Magistri la dipendente di Poste Italiane che ha ucciso una collega Lucia Coviello 61 anni che era stata spinta dalle scale del parcheggio multipiano di Sperlonga nel giugno del 2016. Il giudice Mara Mattioli ha riconosciuto l'omicidio volontario in continuazione con il reato di stalking. Nel corso della sua requisitoria il pm Luigia Spinelli aveva chiesto la condanna a 30 anni di reclusione mentre la difesa aveva chiesto l'assoluzione.Sia i familiari della vittima che Poste Italiane si sono costituiti parte civile,le motivazioni della sentenza tra novanta giorni.