Il sindaco lo ha definito il capitolo più delicato della marina preannunciando verifiche interne: il bando per i chioschi tra ritardi, dinieghi e rinunce fra poco raggiungerà il funesto traguardo dei due anni di attesa senza che una sola struttura abbia aperto nel tratto sotto la tutela del parco tra Capo portiere e Rio Martino. Ma oggi a puntare un faro acceso sull'affidamento in concessione stagionale e pluriennale delle 8 aree pubbliche al lido sono direttamente le forze dell'ordine che hanno deciso, nei giorni scorsi, di attenzionare da vicino la questione. Sembra che agenti di polizia abbiano fatto visita in Comune per reperire informazioni e documenti sull'iter seguito dall'amministrazione: una fase delicata su cui trapela ben poco, ma presumibilmente gli inquirenti potrebbero aver acquisito anche atti relativi al bando di gara, ai ricorsi del Tar comprese le carte sulle tre assegnazioni rimaste e quelle sulla rinuncia "per motivi personali" di due gestori, la prima avvenuta il 7 marzo e la seconda il 24 aprile.

I dettagli ORA in edicola con Latina Oggi