Una donna di Latina che era in viaggio di nozze sulla Costa Concordia naufragata il 13 gennaio del 2012 al Giglio, ha ottenuto una provvisionale di 35mila euro. La 33enne era insieme al marito che ha raggiunto una transazione con Costa Crociere e secondo quanto sostenuto nella costituzione di parte civile aveva riportato uno forte stato di stress post traumatico. Il viaggio di nozze si era trasformato in un vero e proprio dramma, marito e moglie erano stati soccorsi su una scialuppa che a causa del cattivo posizionamento di una corda aveva fatto un volo da un'altezza di cinque metri. Marito e moglie entrambi residenti a Latina si erano salvati ma il viaggio di nozze era stato traumatico.