Cori da stadio e un lungo applauso per Armando Cusani che oggi ha lasciato il carcere di Latina dove era detenuto per l'operazione Tiberio ottenendo il beneficio degli arresti domiciliari. L'ex presidente della Provincia quando è rientrato a Sperlonga ed è tornato a casa è stato accolto da moltissimi concittadini che lo hanno aspettato e che gli sono andati incontro per salutarlo e applaudirlo. Su un terrazzo nel centro del paese anche uno striscione con scritto "berntornato a casa Sindaco". Cusani che è imputato con le accuse di corruzione e turbativa d'asta è stato detenuto in carcere per quattro mesi è sembrato provato e anche molto dimagrito. I suoi difensori, gli avvocati Angelo Palmieri e Luigi Panella, hanno allegato nella richiesta di sostituzione della misura cautelare, anche una cartella clinica del carcere in merito alle sue condizioni di salute.