La Squadra Mobile nella mattinata di ieri ha dato esecuzione a tre misure cautelari nei confronti di Luigi Sinibaldi, nato a Cori il 25.9.1981, Tommaso Agnoni nato a Cori (LT) il 28.6.1981 e Emanuele Colizzi, nato a Cori (LT) il 25.08.1981. In particolare, il provvedimento emesso dall'Ufficio Gip del Tribunale di Latina ha disposto la custodia in carcere per Sinibaldi e Agoni e gli arresti domiciliari per Colizzi che è risultato essere il ‘palo' in una delle quattro rapine che agli inizi del mese di aprile sono state messe a segno dalla "Banda" a danno di alcuni esercizi commerciali ubicati in questo centro cittadino, e nei territori di Cisterna di Latina e Sermoneta (LT). Le rapine, che avevano destato un notevole allarme sociale tra i commercianti, erano state eseguite tutte con lo stesso modus operandi , ovvero da un soggetto con il volto travisato da un collant da donna, il quale, sotto la minaccia di una pistola semiautomatica, del tutto identica a quella utilizzata dalle Forze di Polizia costringeva gli esercenti a consegnare i valori presenti nei registratori di cassa. Inoltre gli autori delle rapine dopo aver messo a segno il colpo, fuggivano a bordo di un autovettura Nissan Micra. Le indagini degli investigatori della Polizia di Stato hanno permesso l'arresto di SINIBALDI Luigi, nato a Cori (LT) il 25.9.1981, AGNONI Tommaso, nato a Cori (LT) il 28.6.1981 e COLIZZI Emanuele, nato a Cori (LT) il 25.08.1981 per i reati di rapina aggravata, porto e detenzione illegale di armi.