La misura è ormai colma. La cittadinanza di Formia non ne può davvero più di un'estate maledetta per quanto riguarda il rifornimento idrico delle proprie abitazioni. Per giorni i rubinetti delle case di gran parte della città rimangono a secco. Ecco allora che, esausti della situazione, alcuni cittadini nel tardo pomeriggio di oggi hanno improvvisato un corteo di protesta che è partito da Piazza Mattei e diretto al palazzo comunale. La voce, però, si è sparsa in un amen e presto al piccolo drappello si sono unite molte altre persone. In questo momento sono più di un centinaio i formiani radunati sotto il Comune per esprimere tutta la propria rabbia per via di una situazione non più sopportabile e che in questi giorni in cui l'afa è tornata a stringere la morsa si è addirittura aggravata.